Editoriale,  Homepage

Aria di mare

Photo credit: @ S@ndrine on Visualhunt.com

“Uomo libero, sempre tu amerai il mare”

Charles Baudelaire

Sentire il movimento delle onde che scandiscono il ritmo della tradizione e della modernità. Il mare, spazio reale o immaginario, spazio di desiderio o luogo d’incubo, ma prima di tutto, spazio di libertà.

Il richiamo del mare non è solo una voce che sussurra, ma è un urlo per chi è irresistibilmente attratto dal blu.

Il mare è all’origine di tante espressioni che non lasciano alcun dubbio sul suo pericolo e la sua ‘indomabilità‘:

“Tra il dire e il fare, c’è di mezzo il mare”

“Sono in alto mare”

“Il mare delle sofferenze è senza limiti”,

“Chi non sa pregare deve andare in mare”,

“Loda il mare, ma rimani a terra”,

“Mangia, se no il mare ti mangerà”…

Eppure l’uomo da sempre lo sfida, va sino al limite, del mare e di se stesso…

Piccoli e grandi, teniamo gli occhi fissi sull’orizzonte con sogni di viaggi, scoperte, pace, libertà… ma anche di naufragi, scomparse e misteri….

Lasciatevi cullare questa settimana dall’onda di Emotionletter e non chiedetevi, dove vi portiamo, seguite il ritmo talvolta tranquillo, talvolta tumultuoso….

Buona settimana!

Christine Lauret

(lettrice e correttrice Anja Riemann)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Possiamo aiutarti? Invia una mail a:

emotionletter09134@gmail.com