Blog,  Rubrica

Il tempo di amare

Foto Nouvel Obs

L’autunno, la stagione in cui tutto cade, le foglie, i capelli, ma anche il morale, come se potessimo rallegrarci solo con il sole, il mare e l’estate.

Come se gli incontri e l’amore potessero esistere esclusivamente in quel periodo dell’anno… perché siamo pronti, preparati, programmati…

E se aprissimo, non gli occhi, ma il nostro cuore anche per il resto dell’anno, magari scopriremmo il bello laddove il freddo, la pioggia e il grigiore predominano

« Si vede bene solo col cuore…»

Saint-Exupéry.

Se sapessimo aprire il nostro cuore, faremmo quest’incontro che ci sconvolgerebbe. Come se fosse venuto solo per farci ricordare cosa significa esistere. Esistere realmente. Audacemente.

La persona che aspettiamo, che cerchiamo, non esiste come la vogliamo, ma esiste quella buona per noi, quella che farà scorrere nelle nostre vene l’inchiostro della bellezza, dell’amore, del mondo… della vita. Quella che ci farà sentire vivi con il suo entusiasmo, con la luce che avrà negli occhi, con la sua mano appena appoggiata su di noi, con la sua pelle, che non avrà nulla di particolare, sarà come tutte le altre, pero’ quella sarà all’origine dell’alchimia tra due persone. Quest’incontro avrà la bellezza dell’azzardo e sublimerà la nostra vita!

E questi momenti di ubriachezza, di promesse, di bellezza, di amore che desideravamo tanto accadranno. I nostri desideri saranno esauditi tutti d’un colpo, come se fossero venuti da nessuna parte se non dal profondo del nostro cuore e ci tufferemo nella squisita follia della vita.

L’intimità degli sguardi, scambi di occhiolini complici, l’eccitazione di quei momenti sapra trovare il tasto «pausa» delle nostre angoscie.

Si’, lo so, la nostra felicità non dovrebbe dipendere di un incontro…bla, bla, bla…. questo è per i libri che fanno l’apologia del benessere… beate voi che ci riuscite… ma io vi parlo d’altro!

Vi parlo di vibrare,
di esistere al 200 per cento,
sentire spuntare le ali e “ribaltarci” dalla voglia,
d’illuminare i nostri cari con la scintilla dei nostri occhi golosi,
di amare ed essere amati col cuore, con la mente, con lo sguardo, non importa, ma sentirci vivi!

Sentire, percepire la più piccola parte del nostro corpo che è sveglio, ritrovare il profumo della natura, del gusto di ridere e renderci conto di quanto ci fa star bene. Apprezzare la gioia di addormentarsi e sentire i piedi che si sfiorano sotto il piumino. Il piacere di assopirsi al sole l’uno incollato all’altro. La bellezza del silenzio tra due persone quando l’alchimia è presente…. la freccia di Cupido che avrà colpito i nostri cuori?

Non lo so, e non voglio saperlo, voglio solo vivere questo momento come se fosse l’ultimo e assaporarlo.

Ci sono cose nella vita che si colgono e si apprezzano solo col cuore. Abbandonate i vostri sogni del principe (o principessa) azzurro nell’armadio e aprite grande grande…. non gli occhi…. ma il cuore, la felicità è qua, a portata di mano…

« la felicità è nel prato, corri, corri, sta scappando!…»

Paul Fort

Christine Lauret

(Lettrice e correttrice Anja Riemann)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Possiamo aiutarti? Invia una mail a: emotionletter09134@gmail.com