L'angolo Dei Lettori

Noi poveri bambini senza playstation

Sono passati circa trent’anni da quando anche noi genitori eravamo bambini di nove/dieci anni.

Eravamo dei bimbi felici, giocavamo con tutto e con niente,
giocavamo con i sassi, con le foglie, con i rametti secchi,
inventavamo giochi fantastici,
riuscivamo, pensate un po’, ad essere felici anche senza la mitica playstation!!

Non avevamo niente, ma forse proprio per questo eravamo felicissimi quando qualcuno ci regalava un giocattolo (magari anche riciclato!!).

Riuscivamo ad apprezzare anche un semplice foglio di carta che, nelle abili mani di mamma o papà, riusciva magicamente a trasformarsi in una meravigliosa barchetta o in un fantastico aeroplano.

Le nostre bambole non avevano il guardaroba ricco come quello delle vostre; eravamo noi le stiliste e le sarte che si divertivano a disegnare e cucire i loro vestitini. Che soddisfazione!

La TV (per fortuna) non ci offriva così tanti filmetti e cartoni animati. I film li inventavamo noi, con la nostra fantasia.

Scatole, scatoloni, vestiti, scarpe di mamma e papà, sciarpe e vecchi cappelli, erano questi gli arnesi per trasformare il pianerottolo di casa in un piccolo e meraviglioso teatro.

E, sì!… Quelli sì che erano bei tempi.

Non avevamo niente, ma eravamo padroni del mondo, del nostro piccolo, fantastico mondo da bambini!

Come sarebbe bello, se anche voi, bimbi dell’era moderna (figli delle schede madri, dei megapixel, dei videogames, dei downloads e di tutto ciò che è tecnologia), poteste, almeno per un giorno, giocare con la sola fantasia, senza farvela scippare dal vostro mondo ultratecnologico che vi vuole far crescere prima del tempo !

Luisa Boi (lettrice di Emotionletter)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Possiamo aiutarti? Invia una mail a: emotionletter09134@gmail.com